Francesco Renga – Ferro e Cartone

Stasera son stato a vedere Renga in concerto al Rossetti. Prima dello spettacolo io e L. siamo andati a cena proprio nel “cafè Rossetti” e devo dire che il posto è davvero bello e abbiamo mangiato proprio bene. Chiusa parentesi. In perfetto orario abbiamo preso posto in seconda fila con V.che ci aspettava. Lo spettacolo è iniziato con “cambio direzione” e il nostro buon amico Renga ha subito fatto capire che è uno tosto.

Non posso dire di essere un suo grande fan, conosco le canzoni più famose e poco altro, ho cercato di ascoltare prima del concerto l’ultimo cd apprezzando molto la versione “piano e vox” (come la definiscono) e nella mia testa m’immaginavo appunto un’interpretazione teatrale, intima, di lui solo al piano…il che credo non mi sarebbe dispiaciuto.

Invece c’erano con lui altri sei musicisti, ma è riuscito comunque a mantenere un’atmosfera teatrale e allo stesso tempo intima con il pubblico.

Lui ha davvero una voce potente, intensa, calda e piacevole. I testi sono molto poetici, e non scontati.

Lui mi è sembrato piccolino, bassino, ma non so se fosse un’impressione ho meno, non sono mica riuscito a capirlo. Ha una faccia simpatica, con sta testa buffa coperata da milioni di ricci, e un sorriso disarmante.

Il teatro non era certo pieno (colpa del prezzo?!?), ma certamente caloroso, c’era una simpatica vecchietta con i suoi lunghi capelli grigi , un simpatico paio di occhiali tondi tondi che batteva le mani a ritmo senza fermarsi e cantava senza sosta … davanti a noi c’erano pure due bimbe proprio carine, una ha dormito tutto lo spettacolo, con la musica a tutto volume, la gente che applaudiva, l’amica che le faceva le foto e lei niente, impassibile, dormiva senza batter ciglio. L’altra invece faceva foto in continuazione e il buon Renga si è pure messo in posa per lei 🙂

Insomma son rimasto davvero piacevolmente colpito, e ho apprezzato molto.

Piccola curiosità , durante il concerto ci sono stati alcuni pezzi “raccontati” da Ambra.

Notte blog.

Annunci

~ di blogtano su 5 maggio 2008.

2 Risposte to “Francesco Renga – Ferro e Cartone”

  1. Che bravo sei, non pensavo riuscissi a commentare il concerto nella stessa sera… il mio “domani voglio vederlo sul blog” era, lo ammetto, un pelino provocatorio (tanto per stuzzicare il tuo ego), ma mi rendevo perfettamente conto che alle undici di sera non è così facile mettersi a scrivere.
    Invece tu, come sempre, hai mantenuto la parola.
    Sei un grande.
    E’ stato proprio un gran bel concerto, mi sono divertita un mondo e io, a differenza di qualcuno, le canzoni dell’ultimo album le conosco!!!!!
    Dai che ti sto prendendo in giro, con la coda dell’occhio ti ho visto canticchiare:-)
    Ovviamente mi trovi d’accordo su tutto (che novità), anch’io son rimasta colpita dalla sua simpatia e disponibilità a farsi fotografare, dal sorriso facile e, quando ha parlato, la sua voce mi ha incantato (forse ancora di più di quando canta).
    Tirando le somme, splendida cena, bellissimo concerto, compagnia inviadibile… tutti gli ingredienti per iniziare bene la settimana.
    Kiss

  2. Non c’entra nulla con Renga. Ma te lo voglio postare lo stesso.
    Ieri sera son stato a vedere il Film ‘Gomorra’ cinque minuti di applausi a Cannes.
    Premessa 1: non ho letto il libro.
    Premessa 2: non mi piacciono i film in lingua dialettale (non li capisco ed odio i sottotitoli)
    Premessa 3: non mi piacciono i film con attori non attori, (pochi registi sono all’altezza di Pasolini).
    Fatte le debite premesse passo subito alla conclusione che pare già ovvia: si può aspettare qualche mese che lo ‘passino in TV’ visto che è produzione RAI, se proprio uno lo desidera vedere.
    Per me non vale la pena neppure spendere 5 € (ieri era mercoledì).
    Il film si sviluppa nella narrazione di 5 storie parallele(almeno queste ne ricordo)
    Inizia con una strage in un centro di bellezza che ha poco a che vedere con il resto del racconto.
    Le storie si intrecciano in modo meccanico, quasi in modo tecnicamente violento, avendo come unico sfondo il degrado di Napoli.
    Un primo tempo quasi incomprensibile, sia per tecnica, come per linguaggio. La gran parte di attori-non attori non sanno recitare, sia nella tonalità della voce (spesso si sovrapponevano ed interrompevano i dialoghi), come nei movimenti a volte infantili e impacciati.
    Un secondo tempo più convincente, ma sempre al limite della sufficienza. Per me chi ha recitato meglio è il ragazzino adolescente che si è immedesimato (pur con qualche impaccio nel ruolo)
    I due protagonisti (che ho visto sul tappeto rosso di canne) del racconto ‘vogliamo far da soli’, sembravano due cretini che non sapevano né muoversi, né star zitti, né parlare tanto da provare un sospiro di sollievo quando, in una strage, vengono tolti di mezzo dal racconto e dalle scene. Caotiche e troppo rumorose le scene della discarica ed ovvia e quasi banale la conclusione nella quale il giovane segretario del losco trafficante di rifiuti tossici si dissocia.
    Pedante, scura e quasi incomprensibile la figura del corriere dei pagamenti agli affiliati. Ed infine, uasi sembra ‘che ci sta a fare’ la storia dell’insegnante di sartoria ai cinesi: non è debitamente inserita nella progettazione e nel messaggio.
    Molto realistiche le inquadrature del degrado architettonico ed ambientale di Scampia.
    Se mi si domandasse: che ti ha fatto impressione del film?
    direi: i palazzi bunker di Scampia.
    Non sono critico cinematografico.
    Se mi legge il regista mi fa nero.
    Ma posso dire: non mi è piaciuto? e visto che Tano va al cinema…. se ti prendesse la voglia di vederlo… ti direi: lascia perdere.
    Buona Giornata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: